.
Annunci online

TopGanz
In questo locale si parla anche di politica
20 agosto 2012
Un paio di cose per i gonzi al top
COSETTA N°1



Un signor gonzo al top, la cui faccia - non conoscendone neanche la firma - personalmente non posso che figurami del genere di quella qui sopra riprodotta - pare rivolgermi qui alcune domande cui non mi sogno minimamente di rispondere, suonandomi di fatto particolarmente astruse, in quanto:
1) non si sa bene perché l'argomento del post dovrebbe mai coinvolgere in primis, come parrebbe, il sottoscritto invece di altri;
2) l'animosità del post, unita a certi particolari che non starò qui a sottolineare, rende eclatante che la mia immagine rappresenti per il poveretto una sorta di punching ball, un riferimento inimicale di principio su cui misurare le sue singolari elucubrazioni, per non dire paranoie, e si sa - giacché lo insegna la più spicciola quanto consolidata dottrina psichiatrica - come sia poco opportuno (sotto ogni punto di vista) contraddire i paranoici;
3) il contenuto del post è di una banalità che va addirittura al di là della scoperta dell'acqua calda, ma viene esposto con l'aggressività e con la sicumera tipiche di un consumato esperto d'economia facile alla polemica, il tutto - acqua calda più tracotanza - risultando di rara comicità;
4) (da ultimo ma non ultimo) non si capisce come il tizio possa pretendere di ricevere una risposta seria da uno cui si rivolge chiamandolo "Sig. Topo".
No, non replico assolutamente nel merito di simili puerili ed irrispettose sciocchezze, né mi passa per la testa di rispondere a domande di natura tanto chiaramente strumentale, che in realtà non vogliono alcuna risposta seria. Ma sento l'obbligo di informare l'interessato che il suo post mi ha recato davvero buon umore nelle morse africane di Lucifero.


COSETTA N°2



In secondo luogo vorrei invece replicare qualcosa al Gattapelata Erasmo (qui sopra in una foto d'archivio) circa le considerazioni (naturalmente dispregiative) che mi riseva qui, dicendo "
Galeotta fu la maglietta anche nel nostro rapporto col principe dei fessi, Topo Gonzo.Questi diversamente colti hanno in qualche modo introiettato rudimentali concetti sul consumismo di massa, filtrati attraverso il politically correct no-global, e li restituiscono dopo scarsa masticazione, sicuri dell’applauso. Il povero Topo si ebbe pesci in faccia. La Signorina, invece, sa scegliersi il pubblico.". Da siffatta tirata al fiele, nel quale nondimeno intravedo una sorta di riconoscimento elogiativo - forse involontario - nei mie confronti, desumo ed eccepisco quanto segue.
A) Erasmo ritiene altri "diversamente colti", non se stesso, che evidentemente dobbiamo annoverare fra i normalmente colti. Non molto, mi pare, ma comunque gente più baciata dagli dei, parrebbe di capire, dei predetti
diversamente colti.
B) I
diversamente colti, secondo il verbo del normalmente colto Gattapelata, sono una categoria di incolti, non necessariamente i più incolti, caratterizzati dal fatto che, nonostante il loro deficit culturale, essi "in qualche modo introiettato rudimentali concetti", per poi restituirli "dopo scarsa masticazione". Parrebbe cioè di capire che i diversamente colti farebbero comunque un qualche uso della loro pur scarsa cultura e userebbero condividerla con il loro prossimo.
C) A questo punto viene da chiedere al Sig. Gattapelata Erasmo quale uso faccia lui della sua normale cultura.
D) A questo punto tornano anche alla mente (non so se pure alla mente di Erasmo) le famossissime considerazioni che fece Pasolini, mica un fesso come il sottoscritto e il Sig. Gattapelata, sulla
normale cultura.
E) Infine, pongo al Sig. Gattapelta la richiesta di un parere schietto e spassionato: non le pare che la descrizione che lei fa dei
diversamente colti che scoprono continuamente l'esistenza al mondo di acque di varie temperature si attagli, più che al sottoscritto (che dei vostri pesci fece un sol tranquillo e saporito boccone), all'autore ignoto del post di cui alla Cosetta N°1?

I miei rispetti ad entrambi.




permalink | inviato da Top Ganz il 20/8/2012 alle 19:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio        settembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 206402 volte

Avviso importante per i Signori Avventori
I commenti dolosamente fuori tema, quelli vandalici e/o gatuitamente ingiuriosi saranno "grattati via" quanto prima.

Disclaimer. A norma della legge 62/2001, questo umilissimo sito, aggiornato senza periodicità, non si sogna nemmeno di essere una testata giornalistica, né altro genere di prodotto editoriale. Le fotografie ivi
esposte sono tratte da internet. Se qualcuno ritenesse che la pubblicazione in questo blog di qualcuna di esse leda i suoi diritti o interessi lo faccia presente ed esse verranno immediatamente rimosse.

 



BACHECA

05.07.2010
. Siamo lieti di annunciare che, già matematicamente al 28.06.2010, il Trofeo "CIMOSA D'ORO 2010" se l'è aggiudicato, tanto per cambiare, ancora una volta il blog dei Gonzi al Top, da alcuni mesi trasferitisi qui:
www.topgonzo.wordpress.com/. Ritira il Trofeo il Sig. Erasmo Gattapelata d'Arottercatz, perspicuo tirapiedi dell'attempato trombone tenutario del suddetto postribolo, al secolo Prof. (trànghete) Pirlacchion Cacasestesso, al quale l'ennesimo acciacco senile ha impedito di presenziare a questa cerimonia, e non è questa la prima volta. Accompagna il perspicuo gonzo al top, l'Ing. (trànghete). Stor. (ari-trànghete) Teddy Smerda. Con le più fervide congratulazioni degli staff di TopGanz.it e de IlCannocchiale.it. Clap clap clap clap ...


TROFEO "CIMOSA D'ORO": ALBO D'ORO

2006: Gonzi al Top;
2007: Gonzi al Top;
2008: Gonzi al Top,
2009: Gonzi al Top.
2010: Gonzi al Top.


AFORISMI, OPINIONI, ABOMINI E CAZZATE (al lettore discernere)

"Tre cose desidero vedere innanzi alla mia morte; ma dubito. ancor che io vivessi molto, non ne vedere alcuna; uno vivere di repubblica bene ordinato nella città nostra, Italia liberata da tutti e' Barbari, e liberato el mondo dalla tirannide di questi scelerati preti", Francesco Guicciardini, "Ricordi", I.14.

 "In politica la stupidità non è un handicap", Napoleone.

"Un vero giornalista spiega benissimo quello che non sa", Leo Longanesi.

" ... e se il fenomeno del transessualismo, che, secondo l’ortodossia è sicuramente un elemento di decadenza, fosse invece l’avverarsi, a rovescio, dell’androgino plutoniano?" Teddy Smerda.

 "Dissentiamo probabilmente sulla possibilità di un apollineo volontaristico" Redimi Cacche (Red.Cac.).

 "Tina Merlin, a dire il vero, era socialista." Erasmo Gattapelata d'Arottercatz (NDR: Tina Merlin, quella delle inchieste sul Vajont).

 "Non ho mai conosciuto nulla di più insignificante come il topo" Redime Cacche (Red.Cac.),

"Il problema è che ai palestinesi non gliene frega niente se muoiono i loro civili" Erasmo Gattapelata d'Arottercatz.

 "La sorte determina tutto, e spesso i più coraggiosi soccombono ai più codardi" Tacito.

"Quello che non cessa di colpirmi è la memoria lunga degli americani" Erasmo Gattapelata d'Arottercatz.

"La velocità d'approvazione di una legge è direttamente proporzionale all'interesse dei parlamentari e a quello dei partiti , indirettamente proporzionale a quello dei cittadini"  Anonimo popolare.

"A Laredo dicono: per vedere quanti scorpioni e gilas si nascondano nel Deserto Dipinto basta cacare ai piedi di un cactus"  Top Ganz.

"Un blog che risponde ai fessi conclamati non è un blog, è un porcilaio per topi" Redime Cacche (Red,Cac.), alias Pirlacchione Cacasestesso (NDR:nsolitamente autocritico).

"Roma non è un caso significativo. Roma è un costo" Redime Cacche (Red,Cac.), alias Pirlacchion Cacasestesso.

 "Tra le mie orecchie c'è il mio cranio, tra i miei coglioni il mio pisello"  Top Ganz.

"Credo in Dio, ma sto molto meglio in compagnia degli atei. È molto importante non confondere la cicuta con il prezzemolo; ma credere o non credere in Dio non ha importanza alcuna" Denis Diderot.

"Uffa, a forza di prendere il culo ho perso la sensibilità, e mi è venuto anche promiscuo"
Erasmo Gattapelata d'Arottercatz.

"Il problema non sarebbero neanche i 4-5 secoli di arretratezza: il problema è che ancora non gli basta e vogliono ulteriormente arretrare di altri 10" (a proposito degli islamici). Barbara, nomen omen, dal blog topgonzo, commento al post "La badante fiamminga" del 23.01.07.

"Quel signore (Eugenio Scalfari, n.d.r.) fa venire in mente quello che una volta Mussolini ha detto di De Bono: "E' un vecchio rincoglionito. Non perché è vecchio, ma perché rincoglionito lo è sempre stato, e adesso in più è anche vecchio" Barbara, nel blog di topgonzo, il 02.01.2007, ore 12:59, a commento del post "TRA CRETINISMO E SENILITÀ PER IO".

"Le rovine di Dresda sono davvero impressionanti". Frine,  con riferimento al quadro di Bernardo Bellotto (1721-1780) che ritrae le rovine della Alte Kreuzkirche di Dresda, distrutta durante l'assedio subito dalla città nella Guerra dei Sette Anni (1756-1763). Vedasi www.desiderius.ilcannocchiale.it, commenti al post "Fessi loro, ma ciechi noi" del 05.01.2007.

"Il Corano potrei anche scaricarlo. Il problema è che non c'è gusto se non sei un secondino di Guantanamo, con a disposizione una latrina e tanti mussulmani che guardano".
Erasmo Gattapelata d'Arottercatz.

"L'ateismo è un dovere morale". Ludwig Feuerbach.

"... il cosiddetto capitalismo occidentale offre, generalmente, condizioni di lavoro particolarmente favorevoli (rispetto a quelle locali) alla forza lavoro indigena e paga le materie prime (....) a costi che questi accettano allegramente di incassare". Marco Capurro.

"... ho scoperto che tutta l'infelicità degli uomini proviene da una cosa sola: dal non saper restare tranquilli in una camera. (...) ho voluto scoprirne la ragione, ho scoperto che ce n'è una effettiva, che consiste nella infelicità naturale della nostra condizione, debole, mortale e cosí miserabile che nulla ci può consolare quando la consideriamo seriamente". Blaise Pascal, Pensieri, 139.

 “Portici e caserta avevano una sola particolarità: quella di essere sedi di due dimore di Francischiello. Altro che industrie. Il treno se lo fece costruire per spostarsi meglio fra le tre regge. Così poteva tenere ben separate le amanti. Quanto ai poli industriali borbonici, conviene documentarsi un pochino” Teddy Smerda, alias Cincinnato, detto anche Ero-dotto (NDR: Si tenga presente che: 1. Francesco II di Borbone, 1835-1894, detto Franceschiello, aveva rispettivamente 4 e 8 anni alle date di inaugurazione – da parte di suo padre Ferdinando II di Borbone (1810-1859) – delle ferrovie Napoli-Portici (1839) e Napoli-Caserta (1843); 2. egli sedette sul trono di Napoli dal 22 maggio1859 al 13 febbraio 1861; 3. Teddy Smerda è campano).

"La realtà è che quando un clericale usa la parola libertà intende la libertà dei soli clericali (chiamata libertà della Chiesa) e non le libertà di tutti. Domandano le loro libertà a noi laicisti in nome dei principi nostri, e negano le libertà altrui in nome dei principi loro". Gaetano Salvemini.

"Anche il più stupido è in grado di scoprire gli errori del più saggio". Theodor Wiesengrund  Adorno.

"Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demòni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome? Io però dichiarerò loro: Non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di iniquità" Matteo, 7, 22-23.

"Talora il timore di essere meno apprezzati, come gente di poco valore, diventa incitamento a tenersi su, a darsi tono, ad imporsi un poco. Ciò è contrario al mio carattere" Papa Giovanni XXIII.